Alimentazione in gravidanza: le raccomandazioni

Alimentazione in gravidanza: le raccomandazioni

  • donna in gravidanza, Courtesy of©Photo by freestocks.org on Unsplash

Durante il periodo della gravidanza è bene porre particolare attenzione all’alimentazione, sia per fornire alla futura madre il nutrimento necessario per mantenersi in salute, sia per garantire che il feto si sviluppi e cresca correttamente. Durante il periodo di gestazione dunque è consigliabile seguire una dieta varia che garantisca un giusto apporto calorico. Ma non solo, è bene prestare la massima attenzione a cosa si consuma e come.

Alimentazione e gravidanza: consigli utili
Sicuramente si rende necessario limitare alcuni cibi ed eliminarne altri: è preferibile astenersi dal consumare alcolici (specialmente superalcolici) e carni crude, assumere con moderazione tè, caffè e bevande contenenti caffeina nonché il sale. Meglio consumare sempre cibi ben cotti se parliamo di pesce, carne e uova. Può essere utile in aggiunta, sotto consiglio medico, integrare acido folico e ferro. Vediamo quali sono le malattie più pericolose che si possono contrarre se non si presta attenzione a cosa finisce nel piatto.

Toxoplasmosi
La Toxoplasmosi è una malattia infettiva che si può contrarre con l’ingestione del toxoplasma attraverso l’assunzione di carni infette (soprattutto se poco cotte), frutta e verdure crude contaminate e non correttamente lavate o attraverso il contatto diretto con feci di gatti infetti o con terreni in cui abbia defecato un animale infetto.

E’ quindi importante prestare attenzione a cosa finisce in tavola: per evitare il contagio, ad esempio, è indispensabile lavare abbondantemente e con cura le verdure, possibilmente anche quelle in busta. Può essere utile aggiungere del bicarbonato per il lavaggio. La stessa procedura è richiesta la frutta coltivata a terra.

La carne deve essere consumata cotta, gli affettati consentiti sono mortadella e prosciutto cotto. Meglio evitare prosciutto crudo, bresaola, salame se non cotti. Si raccomanda sempre di lavare accuratamente le mani dopo aver maneggiato cibi crudi. Bisogna porre attenzione anche quando si pratica giardinaggio: è preferibile indossare dei guanti e, inoltre, è di fondamentale importanza lavare le mani una volta terminata l’attività.

Leggi anche: Allergia al Nichel, attenzione a cosa finisce in tavola

Listeriosi
Attenzione anche alla listeriosi, un’infezione causata da un batterio, la Listeria Monocytogenes, diffuso nel suolo, nell’acqua, nella vegetazione e nelle feci di varie specie animali. Questa malattia infettiva viene trasmessa in genere attraverso l’assunzione di alimenti contaminati e colpisce per lo più soggetti con deficienza immunitaria e donne in stato di gravidanza. Se contratta dalla madre durante la gestazione può comportare conseguenze molto serie per il feto e il neonato.

Al fine di scongiurare il pericolo, basta evitare il consumo di formaggi molli, latte di cui non si abbia la certezza della pastorizzazione, carne cruda o pesce affumicato, cibi pre-confezionati o pre-cotti o conservati a lungo in frigorifero o in freezer. Così come verdure e frutta non lavate accuratamente.

Leggi anche: Novel food, quando a finire nel piatto sono gli insetti

Leave a Comment

Name*

Email* (never published)

Website